Si all’Ape Volontario

Il Governo ha firmato il testo definitivo del decreto attuativo dell’Ape Volontario (Anticipo Pensionistico Volontario).

Questo significa che chi ne avrà i requisiti potrà anticipare la pensione di 3 anni e 7 mesi chiedendo un prestito che dovrà essere restituito nel momento in cui si avrà il requisito per andare in pensione.

Ma vediamo in breve il dettaglio del decreto.

COS’E’ L’APE VOLONTARIO. L’Ape Volontario è un prestito commisurato e garantito dalla pensione di vecchiaia che viene erogato dalla banca e garantito da un’assicurazione privata contro il rischio di premorienza. Tale prestito dovrà essere restituito in vent’anni e sarà trattenuto direttamente sulla pensione.

I REQUISITI. L’Ape Volontario può essere richiesto da chi:
• ha compiuto almeno 63 anni
• ha almeno 20 anni di contributi
• ha maturato una pensione di circa 700€ al mese al netto del prestito.

L’Ape Volontario ha una durata minima di 6 mesi e massima di 3 anni e 7 mesi. Questo significa che una persona può chiedere di anticipare la pensione al massimo 3 anni e 7 mesi prima della data di pensionamento e al minimo 6 mesi.

Dato che la materia non è semplice e la decisione da parte del futuro pensionato deve essere consapevole, ti consigliamo di rivolgervi ai nostri uffici di Patronato Acli per verificare i requisiti e per fornire un prospetto di pensionamento tramite questa nuova forma di anticipo pensionistico.

Clicca qui per maggiori informazioni.