Antispreco

acliecoboxbaseCampagna delle Acli di Venezia contro lo Spreco Alimentare

E’ uno scandalo che ci sia ancora fame e malnutrizione nel mondo…
Lo spreco di alimenti non è che uno dei frutti di quella “cultura dello scarto” che spesso porta a sacrificare uomini e donne agli idoli del profitto e del consumo; un triste segnale di quella “globalizzazione dell’indifferenza” “che ci fa lentamente “abituare” alla sofferenza dell’altro, quasi fosse normale… Educarci alla solidarietà significa allora educarci all’umanità: edificare una  società che sia veramente umana vuol dire mettere al centro, sempre, la persona e la sua dignità, e mai svenderla alla logica del profitto. L’essere umano e la sua dignità sono «pilastri su cui costruire regole condivise e strutture che, superando il pragmatismo o il solo dato tecnico, siano in grado di eliminare le divisioni e colmare i divari esistenti» Papa Francesco

Le Acli Provinciali di Venezia, insieme a Ipsia Venezia, hanno particolarmente a cuore il tema della lotta agli sprechi e dal 2014 hanno intrapreso una serie di iniziative al fine di sensibilizzare la cittadinanza verso una riduzione degli sprechi, soprattutto quelli alimentari, che sono intollerabili a fronte delle tante persone che nel mondo, ma anche nel nostro paese, soffrono la fame.

L’Expo 2015 dal tema “Nutrire il pianeta” ha rappresentato un’occasione preziosa per riflettere sul valore del cibo, sulla sua distribuzione diseguale e, purtroppo, anche sul suo spreco. Un’opportunità importante per i cristiani per intervenire nel dibattito facendo eco alle parole che Papa Francesco sempre più spesso riserva a proposito pienamente incarnati anche nell’Enciclica “Laudato sii”.

2017 | Buono oggi e anche domani
Buono oggi e anche domani” è il titolo della campagna contro lo Spreco del Cibo delle Acli di Venezia, ideata per sensibilizzare la cittadinanza sui temi dello spreco in occasione delle Sagre di Paese. A richiesta sono stati distribuiti un contenitore di plastica richiudibile e riciclabile e un sacchetto di carta per portare a casa gli avanzi alimentari. L’iniziativa (finanziata con le risorse del 5 x 1000 alle Acli) è stata realizzata nelle Sagre di Zelarino e Scorzè.

2016 | La campagna Antispreco nelle Sagre
Prima collaborazione sui temi dello spreco alimentare è stata avviata con la Sagra di Zelarino dove Acli e Ipsia hanno fornito contenitori ecosostenibili destinati a raccogliere il cibo avanzato, invitando tutti gli ospiti della sagra a non gettare gli avanzi nella spazzatura. L’iniziative è stata proposta con successo anche alla Sagra di Dese.

2015-2016 | La campagna Antispreco nelle Scuole
Le Acli di Venezia hanno sviluppato un progetto apposito dedicato alle scuole primarie coinvolgendo la giovane compagnia teatrale veneziana “Gesti per Niente”. Il progetto “Manuale delle buone maniere per piccoli grandi riciclatori di ogni giorno” consisteva in uno spettacolo teatrale interattivo nel quale gli attori coinvolgevano i bambini in alcuni giochi che li aiutavano a comprendere il concetto di spreco. Dall’acqua all’energia, dall’inquinamento all’effetto serra, ai bambini e agli insegnanti sono stati offerti preziosi spunti per proseguire la riflessione anche nel lavoro in classe.
Il progetto, replicato per l’anno scolastico 2014-2015 e 2015-2016, ha coinvolto circa 2000 bambini delle scuole primarie della Provincia di Venezia ottenendo riscontri molto positivi da parte sia delle scuole che delle famiglie.

2014 | La mostra fotografica AGORA’
Nel marzo 2014 è stata allestita la mostra fotografica dal titolo “AGORA’”, un percorso per immagini sul tema del rispetto delle persone e dell’ambiente, contro lo spreco e le ingiustizie sociali, tutti temi cari al mondo associativo delle Acli e che sono stati proposti come spunto di riflessione per tutti gli utenti che si sono recati nel locali della sede Acli provinciale a Marghera in occasione della dichiarazione dei redditi. Ad aprile la mostra è stata visitata anche dal Patriarca di Venezia Francesco Moraglia il quale ha salutato positivamente all’iniziativa e incalzato l’associazione nell’avvio di ulteriori iniziative di sensibilizzazione in questa direzione che coinvolgessero maggiormente i luoghi formativi ed educativi popolati dai più giovani.

Abbiamo la necessità di misurarci – spiega Paolo Grigolato, presidente Ipsia Venezia e dal febbraio 2016 anche di Acli Provinciali Venezia – con delle azioni concrete sul tema dello spreco del cibo. Il cibo è un argomento fondamentale quando si parla di lotta alla povertà e dopo l’incontro con Papa Francesco che ha raccomandato alle Acli la fedeltà ai poveri a maggior ragione ci impegneremo in questa direzione per far capire a tutti, grandi e piccoli, che la povertà nel mondo si combatte ogni giorno nelle nostre case con piccole azioni che sembrano insignificanti ma che sono alla base del vero cambiamento globale. Ridurre gli sprechi nel mondo occidentale, acquisire maggiore consapevolezza del valore del cibo, della sua provenienza, del suo reale costo: questo è solo l’inizio di un cammino che come Acli provinciali di Venezia abbiamo iniziato consapevoli del nostro ruolo e della nostra responsabilità nei confronti del territorio e soprattutto delle generazioni più giovani.