Ad Expo con le Acli

Ci sono ancora alcuni posti disponibili per aggregarsi al gruppo della Acli provinciali di Venezia che si recherà con un pullman a visitare l’Expo di Milano venerdì 25 settembre 2015. Un’iniziativa che corona l’attività sviluppata dalle Acli di Venezia sul tema dello spreco alimentare fin dal 2014 e che anche quest’anno sarà sviluppata a partire dalle scuole del territorio.

Per info e adesioni entro il 15 settembre: Francesca 340.2965213

La Campagna Antispreco torna nelle scuole

CIMG2585Dopo il successo del primo anno, torna nelle scuole della provincia di Venezia lo spettacolo dedicato all’educazione antispreco “Manuale delle Buone Maniere” per imparare a riciclare divertendosi.
Un’originale proposta delle Acli provinciali di Venezia e Ipsia Venezia in collaborazione con la giovane compagnia teatrale veneziana “Gesti per Niente” per riflettere sul tema dello spreco alimentare sulla scia di Expo Milano “Nutrire il pianeta” e dell’enciclica “Laudato sii” di Papa Francesco sulla cura della casa comune.

L’iniziativa dedicata alle scuole primarie si arricchisce anche di una nuova proposta per la scuola superiore di primo grado.
Per maggiori info sulla CAMPAGNA ANTISPRECO o sul PROGETTO SCUOLE clicca sui link.

Martellago legge l’enciclica Laudato Sii

laudato siOgni sera per cinque sere Martellago leggerà l’enciclica di Papa Francesco “Laudato sii”. L’iniziativa, organizzata dalla parrocchia Santo Stefano P.M. di Martellago inizierà lunedi 20 luglio e proseguirà per tutti i giorni della settimana successivi fino a venerdì 24 luglio, dalle ore 20.30 alle ore 21.30 presso la Chiesa Arcipretale Santo Stefano di Martellago.
Sarà una lettura animata accompagnata da musica ed i partecipanti potranno seguire l’ascolto agevolmente grazie alla proiezione del testo su alcuni schermi.
L’invito, come premette il pontefice nel suo scritto, è rivolto “ … a ogni persona che abita questo pianeta. In questa Enciclica, mi propongo – aggiunge Papa Francesco – specialmente di entrare in dialogo con tutti riguardo alla nostra casa comune.”
(altro…)

Il nuovo numero di Tempi Moderni è on line!

copertinaIl nuovo numero di Tempi Moderni non andrà in stampa ma sarà distribuito esclusivamente via web.
Una scelta che abbiamo fatto per rispondere a quel richiamo alla sobrietà e alla lotta allo spreco sul quale Papa Francesco ci chiama continuamente, anche con la nuova enciclica “Laudato sii”.
Vogliamo contribuire anche noi con piccoli gesti quotidiani a ridurre i nostri costi, a partire da quelli di stampa e spedizione, pur mantenendo fede a un servizio di informazione interno alla nostra associazione che riteniamo importante.
La tecnologia ci permette di usare nuovi strumenti per comunicare, più veloci, economici ed ecologici. A noi è richiesto solo lo sforzo di abbandonare una vecchia abitudine a favore di una nuova, forse migliore.

Collaborate alla diffusione del nostro Tempi Moderni tramite i vostri contatti e-mail!
CLICCA QUI PER LEGGERE IL NUOVO NUMERO DI TEMPI MODERNI

CLICCA QUI PER LEGGERE TUTTI I NUMERI DI TEMPI MODERNI

 

LAUDATO SII: L’Enciclica Green di Papa Francesco

laudato_sii_tnLEGGI L’ENCICLICA INTEGRALE: clicca qui

“Che tipo di mondo desideriamo trasmettere a coloro che verranno dopo di noi, ai bambini che stanno crescendo?”. E’ questo il cuore dell’enciclica che il Papa ha dedicato alla cura della casa comune pubblicata di recente. Un’enciclica da molti definita come “green”, ma non si tratta di ecologia fine a se stessa: “ Per quale fine siamo venuti in questa vita? – scrive il pontefice – Per che scopo lavoriamo e lottiamo? Perché questa terra ha bisogno di noi? Se non ci poniamo queste domande di fondo non credo che le nostre preoccupazioni ecologiche possano ottenere effetti importanti”.

(altro…)

Quella bandiera dalle mani di Papa Francesco

papa-paoloAll’arrivo in Sala Nervi di Papa Francesco, accolto dagli applausi di tutti quanti, si è incamminato verso il palco non sottraendosi al contatto con le persone che lo richiamavano.  Ad un certo punto accortosi che per terra era caduta un bandiera delle ACLI prontamente si è chinato per raccoglierla. E l’ha consegnata nelle mani di Paolo Grigolato che si trovava casualmente proprio in quel punto. <Un gesto semplice ma pieno di simbologia – racconta Paolo, emozionato del piacevole incontro diretto – Un segno del rispetto che ha nei confronti delle ACLI ma anche si potrebbe leggere che ci ha consegnato, unitamente al suo messaggio, le ACLI del futuro…>.

  (altro…)

La proposta “antispreco” alla Sagra di Zelarino

Acli-nospreco.LContinua il suo tragitto il progetto lanciato da IPSIA Venezia  per sensibilizzare la cittadinanza ad un minore spreco del cibo. Il percorso, iniziato ancora nel 2014 con la proposta della mostra fotografica “Agorà” e sostenuta anche dal coinvolgimento del patriarca di Venezia Francesco Moraglia, il quale aveva salutato positivamente all’avvio di iniziative volte a diffondere una cultura in cui il cibo è valore da non sprecare, prosegue il suo viaggio nel territorio della Provincia di Venezia.

(altro…)

Alimentiamo lo sviluppo in Senegal

p.8 senegalAnche Venezia aderisce all’iniziativa “Alimentiamo lo sviluppo”, il progetto di sostegno all’agricoltura nelle comunità rurali del Senegal promosso da Ipsia, Enaip, l’associazione di migranti senegalesi Sunugal Senegal con la collaborazione della Regione Veneto. Il progetto mira a creare condizioni di lavoro dignitoso per i giovani e le donne nei villaggi, per ridurre la pressione migratoria verso le città e l’estero. Nell’iniziativa sono coinvolti oltre 1400 lavoratori, 50 mila abitanti di 10 villaggi, 10 cooperative agricole e 10 scuole.

Con 1 euro si adotta un albero nei vivai Sunugal in Senegal, con 10 euro si contribuisce all’acquisto di materiale didattico per la formazione tecnica di un produttore locale, con 30 euro permetti una consulenza agronomica nei villaggi coinvolti nel progetto, con 50 euro permetti l’acquisto di piccole attrezzature per la trasformazione dei cereali e della frutta, con 100 euro permetti l’acquisto di attrezzi e sementi per un gruppo di agricoltori per un intera stagione, con 300 euro permetti la realizzazione di un bacino di distribuzione idrica per i campi comuni nei villaggi. Per sostenere il progetto è possibile fare delle donazioni a partire da 1 euro all’IBAN IT68 D050 1803 2000 0000 0101 434 intestato a IPSIA. Info: www.ipsia-acli.it