Bonus Sociale Idrico, presentazione delle domande dal 1° luglio

Dal 1 luglio 2018 è possibile presentare la domanda per accedere al Bonus Sociale Idrico presso il Caf Acli di Venezia convenzionato con i Comuni.

Si tratta di un’agevolazione, istituita dall’Autorità di Regolazione di Energia Reti e Ambiente (Arera), con la quale le famiglie in condizioni di disagio economico possono chiedere uno sconto sulla bolletta idrica. Il Bonus Sociale Idrico permette alle famiglie economicamente disagiate di avere uno sconto sulla bolletta del servizio idrico integrato.

Entità dello sconto. Lo sconto previsto dal Bonus Sociale Idrico equivale al costo di 18,25 mc annui per ciascun componente il nucleo familiare. Ciò equivale a 50 litri al giorno, che corrispondono al quantitativo minimo, stabilito per legge, necessario per soddisfare le esigenze quotidiane di una famiglia media.

I beneficiari. Possono richiedere il bonus idrico gli utenti domestici residenti, in situazione di disagio economico, che presentino le stesse condizioni già previste per l’accesso al bonus elettrico e gas: nucleo familiare con indicatore Isee non superiore a 8.107,50 euro; nucleo familiare con almeno quattro figli a carico e indicatore Isee non superiore a 20.000 euro.

Presentazione domanda. La richiesta del bonus va presentata al proprio Comune di residenza (eventualmente ai Caf convenzionati), congiuntamente a quella dei bonus gas ed elettrico, utilizzando gli stessi moduli. La domanda può essere presentata solo a partire dal 1° luglio 2018. Lo sconto nella bolletta sarà comunque riconosciuto agli aventi diritto a partire dal 1° gennaio 2018.
Per compilare i moduli, sono necessarie informazioni relative a utenza, residenza, stato di famiglia e alle caratteristiche del contratto di fornitura (reperibili sulle bollette), oltre alla documentazione relativa all’Isee.
Una volta inoltrata la richiesta, i Comuni verificheranno l’esistenza dei requisiti di ammissibilità. L’utente riceverà dal proprio Comune la comunicazione di ammissione o mancata ammissione al bonus sociale idrico, insieme a quella relativa al bonus sociale elettrico e/o gas, dal momento che queste agevolazioni sono cumulabili.
Ricevuta la comunicazione di ammissione ed effettuate le verifiche di competenza, la Società fornitrice erogherà il bonus sociale idrico nella prima bolletta utile, per chi la riceve direttamente; in un’unica soluzione, per chi vive in condominio e non ha un’utenza intestata direttamente.

Validità. Il bonus è valido per 12 mesi e può essere rinnovato a richiesta in caso di permanenza delle condizioni previste.