Cena dell’Oca a Mirano: le Acli portano in tavola il dialogo

Tradizione chiama tradizione. Se il detto “chi no magna l’oca a San Martin no’l fa el beco de un quatrin” si perde nella notte dei tempi e se la Fiera dell’Oca di Mirano, con il seguitissimo Zogo in piazza, è già arrivata alla ventesima edizione, nel suo piccolo anche la Cena dell’Oca promossa dal Circolo Acli di Mirano e dalle Acli provinciali di Venezia è ormai un evento atteso. Giunta alla quarta edizione, anche quest’anno la serata sarà l’evento collaterale della Fiera in programma il 10-11 novembre: l’appuntamento è per giovedì 15 novembre nella sala polivalente della parrocchia di San Leopoldo Mandich (via Wolf Ferrari 39, Mirano). La cena è in programma alle 19, a seguire dalle 21 il consueto momento di approfondimento sul tema del dialogo.

Si ripete dunque ancora una volta il connubio tra convivialità e riflessione, ottimamente sintetizzato dall’oca. Da un lato pietanza succulenta, come da tradizione consumato nei giorni di San Martino per festeggiare la fine dell’anno agrario. Dall’altro cibo che unisce a livello culinario il cristianesimo con ebraismo e islamismo, essendo sia kosher (“adatto” al consumo da parte degli ebrei) che halal (“lecito” per i musulmani).

“Anche quest’anno – sottolinea il presidente del Circolo Acli di Mirano Alberto Sbrogiò – vogliamo mettere l’accento sul tema del dialogo. Con i nostri ospiti parleremo in particolare di dialogo interreligioso e dialogo in politica, due temi di strettissima attualità in un periodo storico come quello attuale, in cui in tutti gli ambiti sembra più facile innalzare muri piuttosto che costruire ponti. Come associazione impegnata nella promozione di una società giusta e democratica, crediamo che il dialogo sia un investimento fondamentale. Come diceva il sociologo Zygmunt Bauman, il dialogo è una questione di vita o di morte: o ci capiamo, o toccheremo il fondo insieme”.

Subito dopo la cena, a partire dalle ore 21, è dunque in programma l’approfondimento “Religione e politica: il dialogo necessario”, con i contributi di Beatrice Rizzato, curatrice della rassegna Interreligious (Il dialogo interreligioso) e di Marco Almagisti, docente di Scienza Politica all’Università di Padova (Il dialogo in politica). Introduzione a cura di Alberto Sbrogiò, presidente del Circolo Acli di Mirano, conclusioni di Paolo Grigolato, presidente delle Acli provinciali di Venezia. Gli interventi saranno intervallati dai canti dell’ensemble vocale Cantagaia: un sodalizio tutto al femminile che attraverso la tradizione del canto popolare accompagnerà i partecipanti in un viaggio che attraversa territori e culture diverse.

Per partecipare alla cena (è possibile richiedere anche un piatto vegetariano) è richiesto un contributo di 17 euro. Prenotazione obbligatoria entro il 12 novembre contattando la bottega del commercio equo e solidale Bandera Florida di Mirano (tel. 041432452; e-mail info@banderaflorida.it).

L’evento è organizzato con il patrocinio del Comune di Mirano e in collaborazione con la Pro Loco di Mirano, la Collaborazione Pastorale di Mirano, Bandera Florida e gli Istituti superiori della Cittadella scolastica di Mirano.

Scarica la locandina della serata