Cultura KM Zero non si ferma: incontro on line con Ignazio De Francesco

Cultura KM Zero non si ferma. Cambia formula e diventa CKZ@home, un incontro pubblico a cui partecipare direttamente da casa per vincere l’isolamento di questi giorni. Il contenitore di iniziative ideate dal Circolo Acli di Mirano per offrire occasioni di confronto e di scambio su temi di attualità e di cultura si adatta all’emergenza coronavirus. Giovedì 26 marzo, con inizio alle ore 20.30, si terrà così un incontro on line con Ignazio De Francesco, monaco della Piccola Famiglia dell’Annunziata, che affronterà il tema “Fedi e/per la cittadinanza: costruire la città del futuro”

“Ognuno – spiega Alberto Sbrogiò, presidente del Circolo Acli di Mirano – potrà partecipare da casa propria, collegandosi con il pc o lo smartphone ad una piattaforma che ci consentirà di interagire e di ricreare l’atmosfera di una normale serata di Cultura KM Zero”. I posti, per i limiti imposti dalla piattaforma che sarà utilizzata, sono limitati: chi volesse partecipare deve iscriversi, inserendo il proprio nominativo e il proprio indirizzo mail in questo form. Gli iscritti riceveranno una e-mail, con tutte le istruzioni per accedere al meeting giovedì sera.

“L’emergenza coronavirus – sottolinea Sbrogiò – ha stravolto anche i nostri programmi. A marzo avevamo in calendario tre serate del nostro cartellone musicale Suonando Converso, ovviamente tutte saltate. Ma poi, passata la prima fase di smarrimento, ci siamo ricordati che Cultura KM Zero prevede anche la formula KM Azzerati, serate che, sfruttando la tecnologia, ci hanno permesso in passato di condividere le esperienze di chi fisicamente non poteva essere tra noi: negli ultimi anni ci siamo collegati con ospiti di mezzo mondo, dalla Corea alla Germania passando dalla Giordania. Da qui l’idea di un nuovo format: visto che ora siamo tutti “lontani” vogliamo provare a estendere KM Azzerati: non solo l’ospite in collegamento, ma tutti i partecipanti. Tutti a casa, con pc, smartphone o tablet per continuare a fare Cultura a KM Zero. Ora, più che mai, è importante avere occasioni di confronto e noi vogliamo esserci”. 

Ignazio De Francesco è esperto in islamologia e letteratura cristiana antica. Ha vissuto molti anni in Medio Oriente e ha pubblicato numerose opere, tra cui il libro “Leila della Tempesta”, da cui è stato tratto lo spettacolo teatrale che il Circolo Acli ha offerto alla comunità lo scorso novembre nell’ambito dell’iniziativa “Mirano città del dialogo”. “È in un certo senso un esperto di isolamento – sottolinea Sbrogiò -: da anni opera come volontario nelle carceri di Bologna e questo gli permette di comprendere bene la situazione che stiamo vivendo. Con il suo aiuto affronteremo un tema a noi particolarmente caro, ancor di più in un momento in cui dobbiamo cominciare a pensare a come “ricostruire” la nostra società quando sarà finita l’attuale fase d’emergenza”.