Privati del pubblico: è in uscita il nuovo numero di Tempi Moderni

È in uscita il nuovo numero di Tempi Moderni, il periodico d’informazione delle Acli provinciali di Venezia. Un numero davvero speciale, pubblicato in stretta collaborazione con la Fap Acli Venezia e dedicato quasi integralmente alle attività della nostra Federazione Anziani e Pensionati e alle esigenze dei suoi soci. Anche per questo, la versione cartacea è in arrivo nelle case non solo dei soci Acli, ma anche di tutti i soci Fap Acli della provincia di Venezia.

Come scrive il presidente delle Acli veneziane Paolo Grigolato nel suo editoriale, “per ridisegnare lo stato sociale la priorità assoluta è la stipula di un nuovo patto tra generazioni. Una priorità che chiama in causa per primi adulti e anziani, affinché mettano a disposizione della collettività risorse e tempo per dare un futuro migliore ai nostri figli. E per evitare che questi figli ci vedano come coloro che hanno sottratto loro il futuro, godendo ai loro occhi di privilegi insostenibili. L’alleanza tra Acli e Fap nasce proprio da qui, dal desiderio di creare percorsi tramite cui valorizzare i rapporti intergenerazionali”.

Proprio a proposito di welfare state, come recita il titolo di copertina (“Privati del pubblico: ricerca Fap Acli Venezia sull’(in)sostenibilità del sistema sanitario”), gli argomenti principali di questo numero sono la sanità e la salute. Da un lato dunque l’anteprima della ricerca “Equità e sostenibilità del sistema sanitario – La sanità pubblica che ci è privata” realizzata proprio dalla Fap Acli Venezia, che sarà presentata sabato 21 settembre a Zelarino. Nelle altre pagine. Dall’altro lato, pagina dopo pagina, tanti consigli per un invecchiamento davvero attivo, in particolare con la presentazione delle tante proposte Fap e Acli: dai corsi d’informatica agli spettacoli teatrali per la Festa dei Nonni passando per il concorso letterario Ricordo del ‘900 e le visite culturali a Venezia. Ampio spazio è poi riservato alle opportunità offerte ai più anziani dal Sistema Acli, con i servizi messi a disposizione dal Caf Acli e le occasioni di volontariato offerte dal Patronato.

Al di là dei soci Acli e Fap Acli che lo ricevono direttamente a casa, ricordiamo che questo numero della rivista è come di consueto in distribuzione, in forma gratuita, presso tutte le sedi Acli della provincia di Venezia. In alternativa è consultabile anche on line in formato pdf.

Un grazie particolare ad Alberto Francesconi, giornalista del Gazzettino e socio della nostra associazione, che, proprio da questo numero, ha acconsentito di assumere l’incarico di direttore responsabile di Tempi Moderni in sostituzione del compianto Giobatta Bianchini.