Uno strillone per annunciare la Cena dell’Oca delle Acli

Tutto pronto a Mirano per la ventesima edizione della Fiera dell’Oca, che si concluderà idealmente giovedì 15 novembre con l’ormai tradizionale Cena dell’Oca promossa dal Circolo Acli di Mirano e dalle Acli provinciali di Venezia per riflettere sul tema del dialogo. Sono ancora disponibili pochi posti, per prenotarsi è necessario contattare entro lunedì 12 novembre contattando la bottega del commercio equo e solidale Bandera Florida di Mirano (tel. 041432452, e-mail info@banderaflorida.it)

Il 10-11 novembre l’evento principale in programma nella centrale piazza Martiri vedrà quest’anno un gradito ritorno. Torna infatti lo strillone, una delle figure più caratteristiche dell’ambientazione storica di inizio ‘900 che da sempre accompagna la Fiera e il Zogo. Tutto nasce dall’ormai consolidata collaborazione tra la Pro Loco, il Circolo Acli di Mirano e le Acli provinciali di Venezia. Lo strillone annuncerà infatti la quarta edizione della Cena dell’Oca, distribuendo una riproduzione di un giornale d’epoca al cui interno è promosso e spiegato il significato della serata. Per tutta la durata della Fiera lo strillone sarà presente in piazza distribuendo 1000 copie di un giornale che, nella prima pagina, riproduce una copertina de “La Domenica del Corriere” del 1904. Nelle altre pagine, oltre ad articoli e pubblicità d’epoca, si troverà anche un breve e piacevole racconto illustrato per spiegare, anche ai più piccoli, il messaggio di dialogo promosso dalle Acli.

Ancora una volta, dunque, si ripete il connubio tra convivialità e riflessione simboleggiato proprio dall’oca, cibo che unisce pur nella diversità essendo accettato e lecito per tutte e tre le grandi religioni, cristianesimo, ebraismo e islamismo. L’appuntamento per la cena è alle ore 19 nei locali della parrocchia di San Leopoldo Mandic. Alle 21, in chiesa, momento di riflessione dedicato a “Religione e politica: il dialogo necessario”, con la partecipazione di Beatrice Rizzato (curatrice della rassegna Interreligious), Marco Almagisti (docente di Scienza Politica all’Università di Padova) e dell’ensemble vocale Cantagaia.

“Un grazie particolare – sottolinea il presidente del Circolo Acli di Mirano Alberto Sbrogiò – va agli amici della Pro Loco, che fin dalla prima edizione hanno sostenuto questa nostra iniziativa. Quest’anno, grazie alla loro collaborazione e disponibilità, entriamo direttamente nel cuore della festa, portando alle migliaia di persone che visiteranno la Fiera l’invito a riflettere sull’importanza del dialogo”.