A dicembre due nuovi corsi gratuiti di cittadinanza digitale

Dopo il successo delle prime tre edizioni, organizzate nell’ambito del Progetto Squeri tornano a dicembre due nuovi corsi di cittadinanza digitale. Dieci ore di lezione in aula informatica per acquisire la “cassetta degli attrezzi indispensabili” per essere cittadini preparati e consapevoli anche nella rete e sfruttare al meglio le potenzialità dei servizi online. Anche questa nuova proposta è gratuita: i corsi rientrano infatti nel progetto “Keep in touch”, promosso dalle Acli del Veneto e finanziato dalla Regione Veneto con fondi ADP 2019.  

Per le iscrizioni scrivere a segreteria.venezia@acli.it o telefonare allo 0415314696 (int. 8). Daremo priorità a coloro che si erano messi in lista attesa in occasione degli altri corsi organizzati quest’anno. L’iniziativa è riservata ai soci Acli e Fap Acli: è possibile comunque sottoscrivere la tessera (che sarà valida per tutto il 2022) contestualmente all’iscrizione.

I corsi, tenuti da formatrici dell’associazione lecalamite, si svolgeranno tutti i lunedì e giovedì mattinadal 2 al 23 dicembre, presso la sede delle Acli di Venezia in via Ulloa 3/A a Marghera. Due i turni in programma, ciascuno con dieci posti disponibili: il primo dalle 9 alle 10.30, il secondo dalle 11 alle 12.30. Ogni corso si articolerà in due moduli. Il primo modulo mira a fornire ai corsisti informazioni e competenze sugli strumenti fondamentali (e-mail e SPID) per l’accesso ai servizi online di pubblica utilità. Con il secondo modulo saranno invece fornite competenze per accedere online a servizi di pubblica utilità erogati da enti quali INPS, Agenzia delle Entrate, Ulss, Comune. 

“Siamo grati alle Acli del Veneto per l’opportunità di ripetere questa esperienza – commentano il presidente delle Acli veneziane Paolo Grigolato e il segretario della Fap Acli Venezia Franco Marchiori –. Sicuramente questi corsi rispondono ad una priorità divenuta prioritaria con la pandemia. Orientarsi ed accedere ai servizi online è sempre più fondamentale. Ma per molte persone, soprattutto per gli anziani e in generale per le fasce più fragili della popolazione, avere i mezzi e le competenze necessarie non è per nulla scontato”. 

Iscriviti alla nostra newsletter

Procedendo con l'iscrizione dichiari di accettare i termini e le condizioni per il trattamento dei dati personali in base al GDPR 2016/679.