Servizio Civile

Servizio Civile 2020, domande entro l'8 febbraio: le Acli Venezia cercano tre volontari

SONO APERTI I TERMINI PER LA PRESENTAZIONE DELLE DOMANDE PER IL BANDO 2020. Presso la sede delle Acli provinciali di Venezia saranno attivati tre progetti, per ognuno dei quali è disponibile un posto. Le domande vanno presentate online entro le 14 del 15 febbraio 2021 (attenzione: è necessario essere dotati di SPID). Tutte le informazioni su requisiti, progetti e modalità di presentazione delle domande sono disponibili in basso. Per ulteriori chiarimenti tel. 0415314696 (int. 8), e-mail segreteria.venezia@acli.it.

Il Servizio Civile Universale è un’esperienza di impegno sociale rivolta ai giovani dai 18 ai 29 anni (cittadini italiani, cittadini di paesi appartenenti all’UE o stranieri regolarmente soggiornanti in Italia). Le Acli accolgono in media 500 volontari ogni anno, con i quali si realizzano le attività di progetto a favore delle comunità locali: interventi educativi sul territorio (educazione alla pace, civica ed ambientale), servizi informativi sui diritti dei cittadini, animazione e assistenza per le persone con fragilità, sostegno degli italiani all’estero.

  1. Età compresa tra i 18 ed i 28 anni e 364 giorni
  2. Essere cittadino/a italiano o comunitario oppure cittadino/a non comunitario/a regolarmente soggiornante
  3. Non aver riportato condanne
  4. Non aver già svolto il Servizio Civile Nazionale (salvo alcuni casi esplicitati nel Bando 2020)
  5. Non avere avuto, nell’ultimo anno, un rapporto di lavoro o collaborazione retribuita, di qualsiasi tipo, superiore a tre mesi con l’Ente al quale si fa domanda di Servizio Civile
  6. Non appartenere a corpi militari o alle forze di Polizia

Il progetto persegue l’obiettivo è quello di diffondere una cultura maggiormente attenta e sensibile ad un utilizzo responsabile e al non spreco delle risorse attraverso un cambiamento significativo dei modelli di consumo e degli stili di vita.
Nel concreto, si sviluppa su tre azioni La prima vuole realizzare iniziative per i giovani di educazione al consumo responsabile, a stili di vita sostenibili e al non spreco Saranno realizzate campagne ed eventi di sensibilizzazione e strumenti informativi sul tema del consumo consapevole e di stili di vita sostenibili per la cittadinanza.
Infine, attiverà reti di consumo locale attraverso GAS (Gruppi di Acquisto Solidale). Gli operatori volontari in servizio civile si occuperanno della progettazione e della gestione dei laboratori e dei GAS, forniranno poi supporto alla segreteria logistica e comunicativa delle campagne e degli eventi.
Codice progetto PTXSU0006020012360NXTX. Scarica la scheda completa.

Il progetto intende potenziare l’inserimento socio culturale dei cittadini stranieri al fine di promuovere la loro partecipazione al contesto di riferimento attraverso l’organizzazione di percorsi formativi e di orientamento, l’attivazione di un ufficio di supporto, attraverso lo sviluppo di azioni di conoscenza del territorio, della lingua e della cultura italiana Le attività progettuali sono state scelte per limitare e ridimensionare l’esclusione sociale, che non riguarda solo la povertà economica, il disagio estremo e la fragilità, ma anche carenze rispetto ai legami sociali.
Pertanto, lo scopo è quello di potenziare l’inserimento socio culturale dei cittadini stranieri, mediante l’inclusione e il coinvolgimento diretto Gli operatori volontari collaboreranno alla realizzazione di incontri e percorsi informativi e di conoscenza, nella strutturazione dei corsi d’italiano e nell’attivazione dell’Ufficio di ascolto e supporto.
Codice progetto PTXSU0006020012388NXTX. Scarica la scheda completa.

Il progetto ha come obiettivo principale quello di migliorare il grado di autosufficienza e di socializzazione degli anziani, puntando a facilitare l’incontro tra gli anziani e i giovani presenti sul territorio e, nel contempo, ad aumentare momenti di condivisione di esperienze e conoscenze, al fine di combattere l’esclusione sociale, l’isolamento ed il “digital divide” generazionale.
In tal senso, il progetto, in tutti i territori coinvolti, interverrà a favore della popolazione anziana per promuovere la diffusione dell’utilizzo di Internet e delle nuove tecnologie per diversi scopi ludici, ricreativi e formativi.
Codice progetto PTXSU0006020012360NXTX. Scarica la scheda progetto.

  1. Richiedi lo SPID all’Agenzia per l’Italia Digitale oppure, se non hai i requisiti per attivarlo, richiedi le credenziali al Dipartimento per la gioventù ed il Servizio Civile Universale ().
  2. Accedi alla piattaforma Domanda on line collegandoti tramite pc, tablet e smartphone.
  3. Compila le tre sezioni all’interno della piattaforma Dol
    Progetto: scegli uno dei progetti attivati presso le Acli di Venezia inserendo il titolo del progetto (per la ricerca puoi inserire anche A.C.L.I., tutto puntato, o il codice ente SU00060. Prima di cliccare sul progetto fai ATTENZIONE a scegliere la sede di Venezia con associato l’indirizzo via Ulloa 3/A.
    Dati e dichiarazioni: compila i campi richiesti e spunta le caselle del consenso e delle dichiarazioni. Nella sezione altre dichiarazioni spunta l’opzione “Sono disponibile” per avere la possibilità, in caso non fossi selezionato, di essere chiamato su altri progetti o di prendere servizio al posto di un’interruzione.
    Titoli ed esperienze: indica, oltre al titolo di studio, eventuali esperienze con le Acli, con altri enti nello stesso settore d’intervento del progetto o in settori analoghi. Inserisci esattamente il periodo e di riporta tali esperienze nel curriculum che allegherai.
  4. Verifica i dati inseriti con la funzione “Presenta domanda” e conferma l’invio della domanda cliccando su “Conferma l’invio della domanda”.
  5. Conserva la ricevuta che riceverai via mail e consulta il sito del Servizio Civile Acli per le date delle selezioni.

Tutti i progetti avranno una durata pari a 12 mesi, con un’articolazione oraria di 25 ore di servizio settimanali.
Il volontario riceverà un rimborso spese mensile di 439,50 euro e potrà usufruire di 20 giorni di permesso e 15 giorni di malattia.
Durante l’esperienza sono previste 114 ore di formazione complessiva suddivisa in formazione generale e formazione specifica.
L’esperienza, ai fini dei concorsi pubblici, sarà valutata al pari di un servizio prestato presso la Pubblica Amministrazione. Sarà possibile richiedere il riscatto dei mesi in servizio civile ai fini del trattamento previdenziale.