Visite culturali guidate a Venezia

Arte, cultura, lavoro. E ancora intrecci di civiltà, storie e personaggi unici, traffici e commerci. Sono tanti gli elementi che, nei secoli, hanno contribuito a rendere Venezia una realtà unica al mondo, non solo a livello urbanistico. Una storia da valorizzare e, in molti casi, da riscoprire, soprattutto in questi anni in cui lo sfruttamento oltre ogni limite a livello turistico ha fatto spesso perdere di vista il valore storico, culturale e sociale della nostra meravigliosa città.
Le Acli di Venezia propongono una serie di visite guidate a Venezia che alternano tre diversi filoni di visite: Venezia nascostaVenezia interculturale e Venezia e il lavoro.

Le visite, che coinvolgono guide titolate ed autorizzate, sono aperte a tutti, benché vengano riservati vantaggi ai Soci Acli e Fap Acli. È prevista una quota di partecipazione.

Segreteria Acli Venezia
Via Ulloa 3/a, Marghera (Venezia)
Tel: 0415314696 (int. 8)
Cell: 3807569475
E-mail:
valeria.benvenuti@acli.it

(Solo per i Soci Acli e Fap Acli) Le Acli Venezia vi accompagnano a scoprire due eccellenze della tessitoria ancora attive nel centro storico di Venezia: la tessitura Bevilaqua e la tessitura Rubelli.
Alla Tessitura Bevilacqua potremmo visitare e accedere allo storico laboratorio, ancora oggi luogo di produzione di pregiati tessuti di arredamento e di alta moda e che continua a creare manufatti in Centro storico sin dalla sua fondazione avvenuta nel 1875. Vedremo le tessitrici all’opera sui macchinari originali, che nel tempo sono stati conservati e che continuano ad essere usati per produrre manufatti esportati in tutto il mondo.
Andremo poi a visitare la collezione storica di Rubelli, altro importante marchio della tessitura veneziana. L’archivio raccoglie oltre 6000 documenti tessili databili tra la fine del XV e la prima metà del XX secolo e raccoglie le testimonianze della produzione storica Rubelli delle origini: tra queste, i preziosi velluti in seta eseguiti per la Casa Reale agli inizi del Novecento e numerosi altri tessuti scaturiti dalla creativa collaborazione con illustri artisti, architetti e designers. La collezione raccoglie la tradizione artigianale del settore , con materiale veneziano, europeo, ma anche documenti provenienti dall’Oriente, dall’Africa e dalle Americhe.

PROGRAMMA
Ore 9.00 incontro di fronte alla Stazione dei treni di Venezia
Ore 9.30 inizio della visita alla Tessitura Bevilacqua
Ore 10.45 spostamento a piedi (e con servizio gondola)
Ore 11.30 visita alla collezione Rubelli
Ore 12.30 conclusione e rientro libero

QUOTA DI PARTECIPAZIONE:
Per i Soci Acli e Fap Acli: 22€
E’ possibile tesserarsi alle Acli per il 2022: costo della tessera 15€.
PARTECIPANTI Massimo 13 persone
INFO 380.7569475 oppure valeria.benvenuti@acli.it
PRENOTAZIONI entro il 2 maggio febbraio online e pagamento tramite bonifico
SUPER GREEN PASS
NOTE
la quota non comprende il servizio gondola (0,7€ per possessori di Imob, 2 € per gli altri)

INFORMAZIONI

(solo per i Soci Acli e Fap Acli) Le Acli di Venezia propongono un particolare itinerario guidato alla scoperta dei Giardini Segreti nella zona della Madonna dell’Orto nel Sestriere di Cannaregio. Si entrerà all’interno di alcuni giardini che hanno mantenuto intatti e conservati nei secoli i loro spazi aperti e le varietà di piante e di fiori.
La giornata è organizzata in collaborazione con il Wigwam Club Giardini Storici di Venezia, inizia con la visita ai Giardini di Palazzo Contarini dal Zaffo. Il giardino del cinquecentesco Palazzo Contarini dal Zaffo con il Casino degli Spiriti in cui si ritrovavano artisti e letterati, fra cui Tiziano e l’Aretino, è lambito dalle acque della laguna nord e della Sacca della Misericordia. Era uno dei giardini più estesi e famosi della Venezia rinascimentale. I cambiamenti apportati dalla storia non hanno intaccato il fascino del giardino, con i magnifici scorci panoramici sulla laguna aperta dalla grande terrazza, resti lapidei e murari e alberi secolari.

La visita continua con il giardino privato di Palazzo Rizzo Patarol. Il giardino seicentesco, ora di pertinenza del Grand Hotel dei Dogi, era originariamente il giardino botanico privato di Lorenzo Patarol, citato come “una delle singolarità veneziane da indicarsi ai forestieri”. Si affaccia sulla laguna nord attraverso un’elegante loggia di ispirazione palladiana, ridisegnata da Giuseppe Jappelli. Oggetto di un recente restauro, conserva la suggestiva veste ottocentesca con collinette, ponticello e ‘ghiacciaia’.
Al termine della visita sarà offerto ai visitatori un coffee break nel giardino dell’Hotel.

PROGRAMMA
Ore 09.45. Ritrovo di fronte alla Chiesa della Madonna dell’Orto
Ore 10.00 Inizio della visita
Ore 12.30 Conclusione e rientro libero

QUOTA DI PARTECIPAZIONE:
Per i Soci Acli e Fap Acli: 29€
E’ possibile tesserarsi alle Acli per il 2022: costo della tessera 15€.
INFO 380.7569475 oppure valeria.benvenuti@acli.it
PRENOTAZIONI entro il 4 maggio online e pagamento tramite bonifico
SUPER GREEN PASS obbligatorio

INFORMAZIONI

(solo per soci Acli e Fap Acli) Le Acli Venezia vi accompagnano alla scoperta delle Ville Heriot, due incantevoli ville poco conosciute nell’isola della Giudecca a Venezia con una magnifica vista sulla laguna Sud.
Dall’architettura eclettica, Ville Heriot sono state dimora del facoltoso francese Heriot che, a partire dagli inizi del XX secolo, ha scelto di vivere a Venezia, dopo aver acquistato il terreno di una ex saponeria alla Giudecca. Il complesso, su progetto di Raffaele Mainella, è costituito da due strutture ornate da copiosi elementi decorativi come patere, formelle, colonnine e altri motivi bizantineggianti.
A metà del secolo scorso Villa Hériot furono cedute al Comune di Venezia, lasciando allegata all’atto di vendita la volontà che esse fossero adibite a scuola pubblica. Attualmente le ville sono sede della “Società Europea di Cultura”, dell’”Università Internazionale dell’Arte” e della “Casa della memoria del Novecento veneziano”.
Lungo il percorso saremo guidati dal Presidente degli Amici dei Musei, Dott. Michele Gottardi, storico e critico dell’arte.

PROGRAMMA
Ore 9.15 ritrovo in P.le Roma ai piedi del Ponte di Calatrava e vaporetto
Ore 10.00 inizio della visita
Ore 12.00 conclusione della visita e rientro libero

QUOTA DI PARTECIPAZIONE
Per i Soci Acli e Fap Acli: 15€
E’ possibile tesserarsi alle Acli per il 2022: costo della tessera 15€
PARTECIPANTI
 massimo 25
INFO 380.7569475 oppure valeria.benvenuti@acli.it
PRENOTAZIONI e saldo entro il 10 Maggio online e pagamento tramite bonifico
NOTE La quota non comprende il biglietti del vaporetto a/r che è a carico del partecipante

INFORMAZIONI

(solo per Soci Acli e Fap Acli) Le Acli di Venezia, in collaborazione con il Circolo Acli di Mirano, propongono una visita guidata alle Terre del Tiepolo nel Miranese con la bicicletta (propria o a noleggio) in un percorso circolare.
Partendo da Campocroce di Mirano si inizia con l’illustrazione del graticolato romano e l’introduzione dell’area del Miranese. Seguendo alcune strade del graticolato ci sposteremo a Zianigo per la visita alla parrocchiale che contiene opere di Giandomenico Tiepolo. Breve sosta nei pressi di Villa Bianchini, decorata da Giandomenico e di Villa Tiepolo dove il pittore trascorse molti degli ultimi anni della sua vita.
Attraverso un piacevole pedalata lungo l’argine del Muson raggiungeremo i Molini di Sopra e il parco di Villa Belvedere e di Villa XXV Aprile dove ascolteremo le storie di chi le ha abitate. Quindi entreremo nella piazza principale di Mirano per osservarne l’architettura e vedere alcune delle ville erette dai nobili veneziani, per finire con la visita al duomo per ammirare una pala di Giambattista Tiepolo e uno straordinario affresco che decora il soffitto del pittore Giovanni De Min. Tramite una piacevole pista ciclabile torneremo al luogo di partenza.
Sono previste un paio di soste per ritemprarci con un buon caffè o deliziarci con un gelato.

PROGRAMMA
Ore 9.00. Ritrovo a Campocroce di Mirano in Piazza con bicicletta (propria o a noleggio)
Inizio tour
Ore 13.00. Conclusione della visita e rientro a Campocroce

QUOTA DI PARTECIPAZIONE
Per i Soci Acli e Fap Acli: 22 €. E’ possibile tesserarsi alle Acli per il 2022: costo della tessera 15€.
Per i ragazzi da 8 a 16 anni: 10 €
Per i bambini sotto gli 8 anni: gratuito

INFO 380.7569475 oppure valeria.benvenuti@acli.it
PRENOTAZIONI entro il 15 maggio online e pagamento tramite bonifico

NOLEGGIO BICICLETTA: a richiesta è possibile noleggiare una bicicletta da ritirare a Campocroce con queste tariffe: 20€ per citybike, 35€ per ebike, 35€ per tandem, 18€ bici bambino, 4€ seggiolino (le biciclette sono equipaggiate di caschetto, cestino, lucchetto, carica batterie per ebike). Il pagamento del noleggio della bicicletta deve essere fatto contestualmente all’iscrizione alla visita.

INFORMAZIONI

(solo per soci Acli e Fap Acli) Le Acli Venezia propongono uno speciale itinerario storico e degustativo in alcune Ville della Riviera del Brenta, luoghi di svago e di vacanza dei nobili veneziani che hanno mantenuto intatte nei secoli la bellezza originale, con i loro lussureggianti giardini e ambienti incantevoli.
Per quest’occasione proponiamo, nell’ambito del progetto Ville Card, la visita guidata a Villa Pisani di Strà e al suo labirinto, a Villa Scaldaferro (Dolo), sede dell’omonimo torronificio e Villa Ferretti Angeli (Dolo) dove verrà servito il pranzo preparato dagli alunni dell’Enaip.
Presso il Torronificio Scaldaferro, il Signor Scaldaferro ci condurrà a scoprire la storia della Villa che ospita i laboratori di produzione e saremo deliziati con una speciale degustazione.
Il pranzo, che si terrà presso il parco di Villa Ferretti Angeli, sarà seguito da una descrizione dell’architettura delle Ville Venete nel territorio regionale a cura della Prof.ssa di Storia dell’Arte Doris Tamiato.

PROGRAMMA
Ore 8.45 ritrovo (con auto propria) presso l’entrata di Villa Pisani
Ore 9.00 visita guidata a Villa Pisani
Ore 11.00 spostamento in auto a Villa Scadaferro (Via Ca’ Tron 31, Dolo)
Ore 11.30 visita guidata a Villa Scaldaferro e degustazione presso il torronificio
Ore 12.30 spostamento in auto verso Villa Ferretti Angeli (Via Brenta Bassa 39, Dolo)
Ore 12.45 Pranzo con percorso degustativo
Ore 13.45 Presentazione storico-artistica e architettonica di Villa Ferretti Angeli e delle Ville della Riviera del Brenta a cura della Prof.ssa Doris Tamiato
Ore 15.30 conclusione

QUOTA DI PARTECIPAZIONE (la quota comprende l’entrata alle ville, le guide, l’antipasto da Scaldaferro e il pranzo)
Per i Soci Acli e Fap Acli:
38€ intero, 33€ per 18-25 anni, 15€ per under 18
E’ possibile tesserarsi alle Acli per il 2022: costo della tessera 15€

PARTECIPANTI massimo 30
INFO 380.7569475 oppure valeria.benvenuti@acli.it
PRENOTAZIONI e saldo entro il 16 Maggio online e pagamento tramite bonifico
NOTE IMPORTANTI. Per contenere i costi, gli spostamenti avvengono con auto privata. Chi non fosse dotato di auto è pregato di segnalare la cosa al fine di provvedere ad organizzare al meglio il trasporto. Al momento dell’iscrizione verrà consegnata una piantina con il percorso da fare in auto per raggiungere i luoghi di destinazione. Tutte le destinazioni sono dotate di parcheggio.

DEGUSTAZIONE AL TORRONIFICIO SCALDAFERRO
Per prepararsi al pranzo verrà proposto un gelato al rosmarino o un sorbetto alla cannella. Diversamente si potrà scegliere tra 12 gusti tradizionali.

MENU’ del PRANZO. Il pranzo è realizzato dagli studenti della scuola di ristorazione dell’Enaip di Dolo.
“Porchetta” di coniglio su caponata agrodolce
Lasagnetta di corte, erbette primaverili e fonduta di Asiago di malga
Morbido di maialino con chantey di mele ed Asparagi verdi delle Giare grigliati
Tortino con cuore morbido al cioccolato e composta di ciliegie di Marostica
Vini: Rosso Garda – Bardolino per il coniglio
Merlot per il primo e secondo
Rosso Recioto della Valpolicella per dolce
(a richiesta modifiche in caso di allergie o esigenze diverse)

INFORMAZIONI

(solo per soci Acli e Fap Acli) Le Acli Venezia propongono una visita guidata alla Scuola Grande di San Marco. Si tratta di scoprire il luogo che ospitava fin dal Quattrocento una delle più importanti scuole grandi di Venezia che, non a caso, prese il nome del patrono della città.
Le opere di Pietro Lombardo, Giovanni Bellini, Jacopo Palma il Vecchio, Domenico Tintoretto, Baldassarre Longhena adornano questa storica costruzione che aveva come scopo quello dell’aiuto e del sostegno alla popolazione bisognosa. Si visiterà la Sala d’ingresso, la Sala Capitolare, la Sala dell’Albergo e la Biblioteca Medica che raccoglie oltre 8.000 volumi di medicina.
In questo percorso saremo condotti dalle guide della Scuola.

PROGRAMMA
Ore 14.45 incontro di fronte all’ingresso della Scuola Grande di San Marco (Campo San Giovanni e Paolo)
Ore 15.00 visita guidata
Ore 16.30 conclusione

QUOTA DI PARTECIPAZIONE
Per i Soci Acli e Fap Acli: 18€ (intero), 13€ (per residenti nel Comune di Venezia)
E’ possibile tesserarsi alle Acli per il 2022: costo della tessera 15€
PARTECIPANTI
 massimo 20
INFO 380.7569475 oppure valeria.benvenuti@acli.it
PRENOTAZIONI e saldo entro il 24 Maggio online e pagamento tramite bonifico

INFORMAZIONI

Queste le visite guidate già proposte divise nei tre filoni di interesse.

 

VENEZIA NASCOSTA. Alla ricerca di angoli e storie sconosciute della città o alla riscoperta di luoghi celebri in tutto il mondo (come la Basilica di San Marco o Palazzo Ducale) visti però da una prospettiva del tutto nuova e particolare.
Mosaici della Basilica di San Marco (visita serale)
Scala del Bovolo e Complesso dell’Ospedaletto
Itinerari segreti di Palazzo Ducale e Palazzo Ducale
Gioielli nascosti della Riviera del Brenta (Villa Widmann Rezzonico Foscari, Villa Foscarini Rossi, Villa Allegri Von Ghega, Villa Badoer Fattoretto, Villa Tito, Villa Ferretti Angeli, Villa Pisani, Villa Scaldaferro)
Giardini segreti di Cannaregio, di Castello di Dorsoduro e Palazzo Patarol
Basilica della Salute e Antica Biblioteca Monumentale 
Scuola Grande di San Rocco
Scuola Grande di San Giovanni Evangelista
Scuola Grande della Misericordia
Scuola Grande dei Carmini
Fondazione Querini Stampalia
Gallerie dell’Accademia
Chiesa di San Pantalon
Museo di Palazzo Mocenigo
Isola di San Servolo
Isola del Lazzaretto Nuovo
Basilica dei Frari
Venezia Risorgimentale
Venezia nell’800
Capitelli di Palazzo Ducale
Teatro La Fenice
Museo di Palazzo Grimani
Liberty al Lido
Torcello tra cultura e natura
Fondazione Giorgio Cini
Casa di Carlo Goldoni…e teatro
Tessuti a Venezia: Bevilaqua e Rubelli
Villa Heriot alla Giudecca
Terra dei Tiepolo in bicicletta
Scuola Grande di San Marco
Cripte segrete di Venezia (sospesa causa Covid)
Isola di San Francesco del Deserto e di Torcello (sospesa causa Covid)
I nizioleti de Venexia: cossa ghe xe drio (visita virtuale)
La forma urbis: Venezia nelle mappe geografiche (visita virtuale)
25 marzo 421: l’Annunciazione e la nascita di Venezia (visita virtuale)
M9 Museo del 900 (sospesa causa Covid)
Valle Averto e Oasi del WWF
Lungo in Sile in bicicletta
La Seriola in bicicletta
Riviera del Brenta dal Portello a Piazza San Marco (visita virtuale)
Concerto in Villa Malvolti

VENEZIA INTERCULTURALE. Andiamo alla scoperta dei luoghi in cui si è sviluppato nei secoli l’intreccio di culture che ha arricchito e arricchisce ancor oggi la Serenissima dal punto di vista economico e sociale.
Armeni a Venezia
Venezia Porta d’Oriente, influssi arabi a Venezia
Ghetto di Venezia e Pietre di Inciampo
Greci e Dalmati a Venezia
Biennale di Venezia
Donne della Serenissima

VENEZIA E IL LAVORO. Alla ricerca dei luoghi storici del lavoro e dell’inestimabile patrimonio di competenze e tradizioni artigianali che ancora oggi rendono unico il tessuto economico e produttivo della città.
Arsenale di Venezia
Giudecca Industriale
Il commercio a Venezia
Il vetraio e il decoratore del vetro, i mestieri di Murano
Dalla Fornace Orsoni allo Squero Tramontin
L’oro a Venezia: il battiloro Berta e la Fornace Orsoni
I tessuti e le maschere veneziane: Bevilacqua e Ca’ Macana
La gondola: el gondolier, lo squeraiol e il favro
La nave: il museo navale e il paglione delle navi 
L’arte della perla veneziana
Mose all’Arsenale
I merletti e le merlettaie di Burano
Torre di Marghera e panoramica a 360°

E inoltre:
Il Trovatore all’Arena di Verona
Cappella degli Scrovegni (visita virtuale)
Carni violate: la violenza sulle donne nell’arte figurativa (online)

close

Iscriviti alla nostra newsletter

Procedendo con l'iscrizione dichiari di accettare i termini e le condizioni per il trattamento dei dati personali in base al GDPR 2016/679.