Bonus per i lavoratori domestici: con il Patronato Acli domande anche online

Quattro minuti al cellulare, senza bisogno di appuntamenti. Il Patronato Acli ha lanciato un comodo servizio per i lavoratori domestici, per richiedere anche a distanza il bonus 1000 euro istituito dal Decreto Rilancio. Seguendo la procedura online è possibile fornire velocemente tutte le informazioni e i documenti necessari ad una delle nostre sedi, che prenderà in carico la domanda e provvederà all’invio telematico all’Inps.

L’indennità è rivolta ai lavoratori del settore domestico che devono essere in possesso di alcuni requisiti e non beneficiare di altri ammortizzatori sociali istituiti con il Decreto Cura Italia.  

Per avere diritto al bonus è necessario: 

  • non essere conviventi con il datore di lavoro;
  • non avere oltre al contratto di lavoro domestico un altro contratto di lavoro dipendente a tempo indeterminato;
  • non essere titolari di pensione, ad eccezione dell’assegno ordinario di invalidità;
  • non essere percettori del Reddito di Emergenza;
  • non percepire il Reddito di Cittadinanza per un importo superiore a 500 euro al mese;
  • non percepire alcuna delle indennità previste dal Decreto Cura Italia, per collaboratori, professionisti, autonomi, lavoratori stagionali del turismo e lavoratori agricoli.

Ricordiamo infine che non è prevista una data di scadenza per la presentazione delle domande: le istanze saranno accolte fino all’esaurimento del fondo di 460 milioni di euro istituito dal Decreto Rilancio, sufficiente per soddisfare 460 mila richieste.