Bonus 150 euro per lavoratori e pensionati: a chi arriverà in automatico

Dopo il Bonus 200 euro dei mesi scorsi, è in arrivo una nuova indennità una tantum per sostenere lavoratori e famiglie alle prese con il caro vita e l’impennata dell’inflazione. La misura, prevista nel nuovo decreto “Aiuti Ter”, prevede un importo leggermente inferiore (150 euro), ma come il precedente bonus sarà esente Irpef e prevede modalità di erogazione del tutto simili.

Numerose, infatti, saranno le categorie a cui l’indennità arriverà automaticamente, senza necessità di presentare apposita domanda all’Inps. Partiamo dai lavoratori dipendenti, pubblici e privati, a cui i 150 euro saranno erogati dal datore di lavoro con la busta paga di novembre 2022, solo se la retribuzione del mese non supera i 1.538 euro. Per ricevere il bonus i lavoratori dovranno dichiarare al proprio datore di lavoro di non aver diritto all’indennità per altre prestazioni (come le pensioni) o ad altro titolo. Il bonus verrà liquidato anche nel caso in cui la busta paga sia azzerata in caso di sospensione del lavoro per congedi o crisi aziendale.

Anche tutti coloro che risultano pensionati al 1° ottobre 2022 riceveranno automaticamente i 150 euro con la mensilità di novembre, a condizione che siano residenti in Italia e che nel 2021 abbiano avuto un reddito imponibile IRPEF inferiore a 20.000 euro.

Si semplifica la procedura anche per i lavoratori domestici, che per il Bonus 200 euro avevano dovuto presentare domanda. La nuova indennità sarà invece liquidata dall’Inps a tutti coloro che hanno già percepito la il precedente bonus e che abbiano un rapporto di lavoro in essere al 24 settembre 2022. Non è stato però ancora comunicato il periodo di liquidazione.

Infine il bonus sarà automatico anche per tutti i soggetti che, per il mese di novembre, sono destinatari di indennità di disoccupazione (compresi gli agricoli) e per i nuclei familiari beneficiari del Reddito di Cittadinanza. In quest’ultimo caso i 150 euro saranno “caricati” sulla carta RdC nel mese di novembre, a condizione che nessun altro componente del nucleo abbia percepito l’indennità a qualsiasi titolo.

close

Iscriviti alla nostra newsletter

Procedendo con l'iscrizione dichiari di accettare i termini e le condizioni per il trattamento dei dati personali in base al GDPR 2016/679.