Bonus asilo nido: al via le domande per il 2021, modalità e importi invariati

Parte l’operazione Bonus asilo nido 2021. Negli scorsi giorni l’Inps ha comunicato l’apertura delle procedure per la presentazione delle domande, con modalità e importi inalterati rispetto allo scorso anno. 

Il bonus può essere richiesto da genitori di figli nati, adottati o affidati dal 1° gennaio 2016. Ricordiamo che si tratta di un contributo corrisposto dall’Inps per il pagamento di rette per la frequenza di asili nido pubblici e privati. È inoltre prevista un analogo contributo per il pagamento di forme di assistenza domiciliare in favore di bambini con meno di tre anni affetti da gravi patologie croniche.  

L’ammontare del contributo è calcolato sulla base dell’ISEE minorenni, in corso di validità, riferito al minore per cui è richiesta la prestazione. In dettaglio, sia per la frequenza di asili nido che per forme di assistenza domiciliare, il contributo massimo erogabile nell’arco dell’anno è di: 
– 3.000 euro in presenza di ISEE minorenni fino a 25.000 euro 
– 2.500 euro in presenza di ISEE minorenni da 25.001 a 40.000 euro 
– 1.500 euro in presenza di ISEE minorenni da 40.001 euro in su o nel caso in cui non venga presentato un ISEE minorenni in corso di validità. 

Nel caso del Bonus asilo nido, il contributo è erogato su base mensile dietro presentazione della prova dell’avvenuto pagamento (ricevuta, fattura, bollettino bancario o postale) e non può eccedere la spesa sostenuta per il pagamento della singola retta. Il bonus non è inoltre cumulabile con la detrazione fiscale prevista per le spese di frequenza degli asili nido.  

Nel caso del contributo per le forme di supporto presso la propria abitazione, la domanda deve essere corredata da un’attestazione rilasciata dal pediatra di libera scelta, che dichiari per l’intero anno di riferimento, “l’impossibilità del bambino a frequentare gli asili nido in ragione di una grave patologia cronica”. In tale ipotesi il bonus sarà erogato in un’unica soluzione. 

Le sedi del Patronato Acli della provincia di Venezia sono a disposizione per l’assistenza nell’inoltro della richieste all’Inps.