Cercasi volontari per il Fondo solidarietà famiglie della diocesi di Treviso

Tutti nella stessa barca, per remare assieme verso la speranza. Dopo la collaborazione prestata al Patriarcato di Venezia per la promozione e gestione del Fondo San Nicolò, le Acli di Venezia entrano anche nella rete di un’analoga iniziativa promossa dalla Diocesi di Treviso. A breve infatti, grazie all’impegno di Caritas Tarvisina, Ufficio di Pastorale Familiare, Acli provinciali di Treviso e, appunto, di Venezia, sarà attivato un fondo di solidarietà per le famiglie, per offrire un sostegno a tutti coloro che si trovano in condizioni di difficoltà economica a causa dell’emergenza Covid. Potranno accedervi tutti i residenti nel territorio della Diocesi di Treviso, quindi, per quanto riguarda la provincia di Venezia, coloro che abitano nelle aree del Miranese e del Sandonatese.

“La pandemia – sottolineano i promotori – sta mettendo in luce molte povertà: non si prospettano tempi facili per alcune famiglie che mai si sarebbero immaginate di trovarsi in situazione di difficoltà economica, famiglie che per questo faticano a riconoscere il bisogno e a manifestarlo, restando nell’ombra. Desideriamo essere loro vicini e ridare loro speranza, attraverso interventi concreti e attingendo a fondi di solidarietà appositamente dedicati”.

Il progetto partirà con l’individuazione e la formazione dei volontari che opereranno nei cinque sportelli che saranno attivati nel territorio della diocesi (a Castelfranco, Mirano, Montebelluna, San Donà, Treviso) per accogliere le richieste di aiuto, farsi tramite per un intervento economico, orientare alle risorse della rete di solidarietà nelle comunità. Chi fosse interessato può compilare questo form entro il 5 marzo: gli unici requisiti richiesti sono capacità di ascolto ed empatia, oltre che familiarità nell’approccio a situazioni di bisogno economico. I volontari saranno coinvolti in un percorso di formazione online, in programma mercoledì 10, 17, 24 e 31 marzo dalle 20 alle 22, tramite cui saranno fornite le competenze e le conoscenze utili ad operare negli sportelli.