Dopo il cashback con il 2021 arriva (salvo sorprese) la lotteria degli scontrini

Lotteria degli scontrini

AGGIORNAMENTO 1° GENNAIO: il Decreto Milleproroghe ha rinviato l’avvio della lotteria previsto per il 1° gennaio 2021. La nuova data d’avvio sarà stabilita con un provvedimento dell’Agenzia delle dogane e dei monopoli e dell’Agenzia delle entrate.

Se in qualche modo nel periodo prenatalizio abbiamo cominciato a familiarizzare con il meccanismo del cashback, dal 1° gennaio 2021 è in arrivo un’altra importante novità per i consumatori. Dopo tanti rinvii, e a meno di proroghe dell’ultimo minuto, parte infatti la lotteria degli scontrini. Un’operazione che, come il cashback, si inserisce nel quadro della lotta all’evasione e che punta a premiare gli acquisti realizzati nei negozi fisici.

“Il meccanismo è semplice – spiega Patrizio Negrisolo, vicepresidente di Lega Consumatori Venezia, l’associazione dei consumatori promossa dalle Acli -. Per prima cosa è necessario collegarsi al sito ufficiale e generare il proprio codice lotteria inserendo il codice fiscale. Il codice è anonimo: né l’esercente né altri potranno risalire al proprietario per profilazioni o analisi delle tue abitudini di spesa. Una volta generato, il codice potrà essere stampato oppure salvato direttamente sul proprio smartphone, per essere esibito all’esercente al momento dell’acquisto”.

Al momento dell’acquisto, infatti, occorrerà esibire il proprio codice lotteria per tramutare ogni euro speso in un biglietto virtuale, fino a un massimo di 1.000 biglietti virtuali per acquisti di importo pari o superiore a 1.000 euro. Se l’importo speso è superiore a un euro, l’eventuale cifra decimale superiore a 49 centesimi produrrà comunque un altro biglietto virtuale.

A meno di nuovi cambiamenti, sarà possibile generare biglietti con acquisti pagati sia in contanti che con carta. L’importante è che il negoziante sia dotato del nuovo registratore di cassa elettronico in grado di “dialogare” con l’Agenzia dei Monopoli. Non è possibile invece generare biglietti con acquisti inferiori a 1 euro, con acquisti on line o con acquisti effettuati nell’ambito dell’attività imprenditoriale. “Nota a parte – sottolinea Negrisolo – per gli acquisti che danno diritto a detrazioni fiscali, come ad esempio quelli effettuati in farmacia. In questo caso la scelta spetta al consumatore: o presenta la tessera fiscale per detrarre l’acquisto, oppure rinuncia alla detrazione e presenta il codice lotteria per generare i biglietti.

Grazie ai biglietti virtuali generati tramite i propri acquisti sarà possibile partecipare alle estrazioni. Ce ne saranno di due categorie (ordinarie e zerocontanti, quest’ultime riservate agli acquisti pagati tramite carta) e a partire dal 14 gennaio saranno svolte con cadenza settimanale, mensile o annuale. I premi varieranno da 5.000 (estrazioni ordinarie settimanali) a 5 milioni di euro (estrazione zerocontante annuale). I vincitori saranno informati tramite pec (se ne avranno indicata una nell’area riservata del sito della lotteria) o tramite raccomandata inviata all’indirizzo abbinato al codice fiscale nell’Anagrafe tributaria: ci saranno poi 90 giorni di tempo per riscuotere il premio.