Dritti sui Diritti: riflettiamo sui diritti umani sulle orme di Iqbal

Torna Dritti su Diritti, torna il laboratorio interculturale delle Acli. Parte il 1° ottobre la nona edizione della manifestazione promossa dal Comune di Venezia per riflettere e sensibilizzare sui diritti dei bambini e dei ragazzi, per costruire una città a loro misura in grado di garantirne la crescita e il benessere.

Tra i tanti eventi promossi nei diversi territori cittadini dalle associazioni aderenti all’iniziativa, non mancherà neanche quest’anno la proposta del Circolo Acli Interculturalità, in programma a Zelarino sabato 2 ottobre e dedicata ai bambini della scuola primaria. Quest’anno l’attenzione sarà posta sul tema dell’educazione ai diritti umani, per riflettere su come la tutela di questi principi fondamentali possa partire dalle azioni di tutti i giorni, anche quelle messe in campo dai più piccoli. L’appuntamento è a partire dalle 15.30 presso la sede dei Servizi Acli in via Castellana 66/G (angolo via Scaramuzza, dietro la chiesa parrocchiale di Zelarino).

La proposta ruoterà attorno al racconto della vita di Iqbal Masih, il bambino lavoratore pakistano ucciso ad appena dodici anni e divenuto simbolo della lotta a qualsiasi forma di sfruttamento minorile. “La vicenda e il coraggio di Iqbal – sottolinea Silvia Cavallin, presidente del Circolo Acli Interculturalità – hanno ispirato milioni di persone, dando la forza a migliaia e migliaia di bambini di liberarsi dalla schiavitù. È un esempio perfetto di quanto anche i più piccoli possano fare per la promozione dei diritti umani. L’esperienza pratica che proporremo si baserà sul recupero di vecchi tappeti, ricordando il particolare settore, quello appunto della produzione dei tappeti, in cui Iqbal era suo malgrado impiegato. Da questo spunto cercheremo di elaborare tutti assieme delle proposte per un mondo migliore”.

La partecipazione al laboratorio è gratuita ma, per garantire il rispetto delle norme anti Covid, sarà possibile accogliere un massimo di 15 partecipanti. Le prenotazioni saranno raccolte via e-mail attraverso l’indirizzo silviacavallin@tiscali.it.