Mauro Favaron confermato presidente provinciale dell’US Acli Venezia

Anche per i prossimi quattro anni sarà Mauro Favaron il presidente provinciale dell’US Acli Venezia. Il Congresso provinciale, riunitosi lo scorso 15 gennaio, lo ha infatti confermato alla guida dell’Unione Sportiva promossa dalle Acli per sostenere, sviluppare e organizzare attività motorie, ludico-ricreative e sportive rivolte a soggetti di ogni età e di ogni condizione. A fianco del presidente, a completare la squadra, il nuovo Consiglio provinciale, con una ricca rappresentanza di diverse attività sportive: Gianni Curreli e Luciano Baro per il calcio, Mauro Papandrea e Luisa Ferrari pe l’atletica, Sandro Colussi per il karate, Giovanni Rizzo per la ginnastica artistica e ritmica, Tatiana Barbon per la promozione dello sport per la terza età.

“È sicuramente un momento particolare per parlare di sport – sottolinea Favaron -, uno dei settori più colpiti dalle conseguenze della pandemia. Da mesi l’attività sportiva di base è praticamente bloccata, con conseguenti grandi difficoltà non solo per le società sportive, ma anche per gli stessi atleti. Il nostro pensiero va in particolar modo a bambini e ragazzi, che mai come ora avrebbero bisogno degli allenamenti come valvola di sfogo e come occasione di incontro con i propri coetanei. Da sempre il lavoro dell’US Acli si basa sulla convinzione del grande valore educativo e formativo della pratica sportiva. E proprio il distanziamento a cui ci costringe l’emergenza sanitaria finisce per esaltare ancor di più la forza aggregante delle attività sportive. Contiamo che, anche da questo punto di vista, si possa presto tornare alla normalità. Quando ciò sarà possibile, l’US Acli Venezia sarà come sempre in prima linea, affinché la pratica sportiva sia accessibile a tutti, senza limiti di età o di altre condizioni”.

Proprio in tema di valore educativo dello sport, l’US Acli rilancia il concorso “Onesti nello Sport” promosso dal Fondazione Giulio Onesti e dal CONI in collaborazione con il Ministero dell’Istruzione. L’iniziativa è rivolta agli studenti degli istituti secondari di secondo grado e prevede la realizzazione di video o videomusicali sul tema “Ambiente e Sport”, dove per ambiente si intende sia lo spazio fisico, il nostro pianeta da preservare, sia lo spazio sociale da difendere da ogni discriminazione. Iscrizioni entro il 28 febbraio, consegna degli elaborati entro il 30 aprile. I vincitori verranno premiati con un viaggio per assistere a un evento legato allo sport che si svolgerà nel corso del 2021. Tutti i dettagli nel sito della Fondazione Giulio Onesti.

(foto created by freepik – www.freepik.com)