Sanatoria migranti: fino al 15 agosto domande al Patronato Acli

Sono stati prorogati di un mese, dal 15 luglio al 15 agosto, i termini della sanatoria per i cittadini stranieri prevista dal Decreto Rilancio Il provvedimento, nel più ampio quadro delle misure per il rilancio dell’economica del nostro paese, punta alla regolarizzazione dei cittadini stranieri presenti in Italia e all’emersione di rapporti di lavoro irregolari che vedono coinvolti cittadini italiani, comunitari e stranieri.

Le pratiche per la regolarizzazione possono essere presentate anche tramite lo Sportello Immigrati del Patronato Acli di Venezia. Per info e appuntamenti è possibile telefonare dal lunedì al venerdì dalle 9 alle 12 allo 041.5314696 (int. 4).

Innanzitutto due informazioni importanti. La prima è che le domande possono essere presentate senza fretta entro il 15 agosto. Non è previsto un limite numerico né un click day: tutte le istanze presentate entro il 15 agosto saranno prese in considerazione e, se valide e corrette, approvate.

Il secondo aspetto da sottolineare è che il provvedimento riguarda esclusivamente tre specifici settori d’attività: il settore agricolo (agricoltura, allevamento e zootecnia, pesca e acquacoltura e attività connesse), l’assistenza alla persona, il lavoro domestico.

Nello specifico sono previste due diverse tipologie di regolarizzazione. La prima è rivolta ai datori di lavoro (italiani, comunitari o stranieri titolari di un permesso di soggiorno UE di lungo periodo) che intendono instaurare un contratto di lavoro subordinato con cittadini stranieri presenti sul territorio o, in alternativa, che vogliono dichiarare la sussistenza di un lavoro irregolare in corso con cittadini italiani o stranieri presenti sul territorio nazionale prima dell’8 marzo.

La seconda tipologia di regolarizzazione è rivolta direttamente a cittadini stranieri: potranno chiedere un permesso di soggiorno temporaneo, della durata di sei mesi, i titolari di un permesso di soggiorno scaduto dal 31 ottobre 2019 e che prima di tale data hanno lavorato nei settori sopra indicati.

Come ricorda il Patronato Acli nazionale, la regolarizzazione è un’occasione importante per contrastare l’invisibilità e dare dignità giuridica alle persone facendole uscire dall’illegalità. Per questa ragione suggeriamo di procedere con grande attenzione e prudenza, a non credere a chi afferma di avere tutte le informazioni necessarie e di poter garantire il successo delle domande inviate; e soprattutto, consigliamo ai lavoratori di non dare fiducia a chi offre contratti falsi o false dichiarazioni di sanatoria dietro pagamento. Sono reati che non portano ad alcun permesso di soggiorno! 

(foto Designed by jcomp / Freepik)