Visite culturali di primavera, tutto sospeso in attesa della fine dell’emergenza

L’emergenza coronavirus blocca le visite culturali delle Acli provinciali di Venezia. A seguito del prolungarsi dell’incertezza legata alle misure di contenimento del Covid-19, al momento non siamo in grado di dare indicazioni circa l’effettivo svolgimento delle visite che compongono il nostro calendario primaverile.  

In questo periodo abbiamo ricevuto tantissime richieste di informazioni e aggiornamenti, segno anche questo del successo di questa iniziativa e dell’esistenza di un gruppo ormai numerosi di affezionati partecipanti. Purtroppo però non siamo in grado di dare risposte precise e chiediamo dunque un po’ di pazienza, nell’attesa di vedere gli sviluppi della situazione. 

Quello che possiamo confermare fin da ora è l’intenzione di realizzare tutti gli appuntamenti, eventualmente con nuove date, non appena ce ne sarà data la possibilità. Ricordiamo che al momento sono in sospeso “L’arte della perla veneziana”, “I giardini segreti di Dorsoduro”, “Armeni a Venezia”, “Torcello tra cultura e natura”, “Le cripte segrete di Venezia”, “Mosaici della Basilica di San Marco”, “San Francesco del Deserto e Torcello”, “Il Liberty al Lido”, “Ville della Riviera del Brenta”, “Concerto in Villa”. 

Anche in questa fase interlocutoria, chi fosse interessato a qualche visita può prenotare uno o più posti contattando la nostra Segreteria all’indirizzo scrivendo una mail a valeria.benvenuti@acli.it. Al momento non chiediamo alcun pagamento, ma solo una semplice dimostrazione di interesse per aiutarci a tenere vivo questo progetto. Quando sapremo esattamente la nuova data, ricontatteremo coloro che si saranno dichiarati interessati per concretizzare la prenotazione.  

Similmente riproporremo con nuove date anche le ultime visite del calendario invernale poi saltate a causa dell’emergenza sanitaria (Museo Navale, Greci e Dalmati a Venezia, Il commercio a Venezia, Venezia risorgimentale e i due appuntamenti con “I merletti e le merlettaie di Burano”): coloro che avevano già prenotato saranno ricontattati non appena sarà possibile rimettere in calendario gli appuntamenti. 

Un grazie di cuore a tutti per la vicinanza e l’interesse al nostro programma culturale, anche in queste settimane così particolari. Tra tante incertezze, almeno di una cosa siamo sicuri: prima o poi torneremo a godere di tutte le bellezze della nostra città!